YOOtheme

Ricette Tipiche

 

BALOTA

  • Ingredienti:
    12 fette di polenta fredda
    3/400 gr. di formaggio grasso
    4 cucchiai di olio di oliva di Brenzone
    formaggio grattugiato
  • Preparazione:
    Stendete le fette di polenta, cospargendole di formaggio tagliato a pezzettini, irrorandole con l'olio. Unite a due a due le fette di polenta, lavorandole sino ad ottenere una palla (non bisogna assolutamente impastarle). Porre le "balote" su una graticola, lasciandole abbrustolire a fuoco vivace per una mezzoretta in tutta la loro superficie. Servite con formaggio grattugiato e olio d'oliva di Brenzone.


SARDINE SOTTO OLIO

  • Ingredienti:
    1 Kg. di sardine intere
    160 gr. di sale
    2 spicchi aglio
    4-5 foglie d'alloro non verde
    olio d'oliva di Brenzone quanto basta
  • Preparazione:
    Lavate, diliscate e togliete la testa alle sardine. Mettetele sotto sale in una bacinella per 48 ore. Lavatele con acqua corrente. Distendetele ed asciugatele al sole, facendo attenzione a non essicarle. Lasciatele riposare a freddo almeno 1 ora. Mettetele in un vaso con l'aglio e l'alloro disponendole ordinatamente. Copritele con olio d'oliva di Brenzone. Si possono consumare:
    - dopo 45 giorni - scaldate nell'olio.
    - dopo 180 giorni. crude a mò di acciughe.
    Possono anche essere arrotolate con cappero.


CARBONÈRA

  • Ingredienti:
    3 l. acqua
    700 gr. farina gialla
    500 gr. formaggio assortito
    400 gr. olio d'oliva di Brenzone
    sale, pepe, cannella
  • Preparazione:
    In un paiolo di rame portate ad ebollizione l'acqua, salate e versate la farina a pioggia, senza mai smettere di mescolare. La cottura deve aggirarsi intorno ai 40 minuti. A parte avrete già tagliato a pezzettini il formaggio (dolce e piccante), cosparso di pepe e cannella. Aggiungetelo lentamente alla polenta e, sempre mescolando, unite anche l'olio di Brenzone fino all'assorbimento completo. Versate in una terrina. Si consuma da solo.


IL PAN ONTO

  • Ingredienti per 6 persone:
    gr. 900 di pane vecchio raffermo
    uno spicchio di aglio
    un bicchiere d'olio d'oliva di Brenzone
    sale e pepe macinato al momento
  • Preparazione:
    Il pane onto detto anche pane e aglio è un piatto povero di tutte le provincie del Veneto.
    Si prendono pezzi di pane raffermo (questo, è un modo per non sprecare gli avanzi) si fanno bollire con acqua ed uno spicchio di aglio, che poi si toglie a cottura avvenuta.
    Quindi si aggiunge sale e pepe e si mette in una zuppiera di coccio, versando in superficie olio d'oliva crudo di Brenzone.


LA ZUPPA DEL "GOIAOR"

  • Ingredienti per 6 persone:
    1 bicchiere d'olio d'oliva di Brenzone
    200 gr. di patate
    2 carote
    2 coste di sedano
    2 zucchine piccole
    3 pomodori maturi
    80 gr. di pancetta tagliata un sol pezzo
    2 litri di brodo comune
    80 gr. di formaggio pecorino del Baldo (in sostituzione usare parmigiano padano)
    6 crostoni di pane
    un battuto dl prezzemolo e basilico aromatizzato all'aglio sale e pepe macinato al momento
  • Preparazione:
    In una casseruola mettete l'olio, la pancetta e fate biondire; aggiungete la polpa di pomodoro privata dei semi, lasciandola prosciugare un pò.
    Unite le verdure: carote, patate, zucchine e sedano tutte tagliate a quadrettini piccoli; fatele intridere bene nel condimento per alcuni minuti, quindi bagnate con il brodo e fate cuocere molto lentamente per alcune ore (questo uno dei segreti per una buona zuppa).
    Una volta pronta la minestra, ritirata la pancetta, tagliate la a quadrettlnl a mò della verdura, indi rimettetela insieme a fate bollire ancora per alcuni istanti. Unite il battuto composto di basilico, prezzemolo e aglio.
    Servite la minestra in ciotole di coccio, con a parte i crostoni di pane, precedentemente passati all'olio e cosparsi di scaglie di formaggio pecorino.


LUCCIO IN SALSA

  • Ingredienti per 6 persone:
    Un luccio di media grandezza
    una carota
    una costa di sedano
    1/2 cipolla
    una foglia di alloro
    due chiodi di garofano
    uno spicchio d'aglio
    1/2 bicchiere di aceto
    5 acciughe sottosale
    un bicchiere d'olio d'oliva di Brenzone
    50 gr. di capperi
    100 gr. di peperoni gialli
  • Preparazione:
    Fate la "toilette" al pesce, lessatelo in un court-bouillon (ossia: acqua con aceto, carote, alloro, cipolla, chiodi di garofano sale q.b.).
    Mentre il luccio cuoce, preparate un trito con capperi - peperoni, prezzemolo e (per chi non ha particolare avversione) con il profumo di aglio e cipolla.
    In un tegame mettete a fuoco l'olio di Brenzone, con le acciughe pulite dalle lische e cuocete a fuoco molto lento senza far bollire, fino a che le acciughe sono sciolte. A questo punto aggiungere il trito di tutti gli altri ingredienti, un pò di pepe, sale q.b. e un pò di aceto. Lasciate bollire il tutto adagio per 10 minuti. Nel frattempo il luccio sarà lessato, spolpatelo e distribuitelo su un piatto di portata. Versata la salsa sul luccio in modo che questa ricopra bene il tutto; lasciate riposare dodici ore come minimo perchè acquisti maggior sapore; servitelo con polenta abbrustolita sulle braci.


AGOLE A SCOTADEO

  • Ingredienti per 6 - 8 persone:
    gr.800 di agole (alborelle)
    farina bianca
    olio di semi per friggere
    sale
  • Preparazione:
    Lavate ed asciugate bene le "aole" con un canovaccio; passatele alla farina ed infine all'olio bollente lasciandole dorare bene da entrambi i lati fino ad essere croccanti.
    Ritiratele dall'olio; lasciatele sgocciolare bene, salatele e servitele subito in tavola, bollenti al punto di scottare le dita (da qui il nome di questo piatto).


AGOLE IN SAOR

  • Ingredienti per 6 - 8 persone:
    gr. 400 di agole (alborelle)
    gr. 600 di cipolle
    1 dl. di olio d'oliva di Brenzone
    aceto a discrezione
    2 foglie di alloro fresco
    5 bacche di ginepro del Baldo
    gr. 70 di farina
    sale e pepe
  • Preparazione:
    Lavate ed asciugate bene le alborelle con un canovaccio, passatele bene in farina, indi friggetele con olio ben caldo finchè avranno un colore dorato. Ritiratele dall'olio, salatele e fatele sgocciolare per bene.
    Intanto a parte affettate molto bene le cipolle (a striscioline) e fatele rosolare in olio finchè avranno raggiunto un colore giallo oro. Unite le cipolle con il loro olio di cottura alle alborelle, aggiungete l'alloro, le bacche di ginepro ed aceto. Controllare il sale. Aggiungete olio fino a che ricopra tutta la superficie.
    Il piatto sarebbe a questo punto da consumare, ma. . . . . un segreto di questo piatto tipico di tutta la Riviera del Garda, è che esso risulta ancora migliore, se il tutto viene lasciato marinare nel suo liquido per almeno un paio di giorni.


FOGASSA

  • Ingredienti:
    250 gr. di farina bianca
    250 gr. di farina gialla
    150 gr. di olio di oliva di Brenzone
    1 tazza di latte (quanto basta)
    100 gr. di zucchero
    1 cucchiaino di bicarbonato di soda
    sale
  • Preparazione:
    Mettete tutti gli ingredienti in una terrina e impastate fino ad ottenere un composto consistente. Formate delle pizzette alte un centimetro circa. Ponetele nella graticola e lasciate abbrustolire a fuoco moderato una decina di minuti per parte. Si consumano con caffelatte.


MINESTRA DE FASOI

  • Ingredienti
    3 l. di acqua
    1 Kg. di patate
    200 gr. di fagioli secchi
    300 gr. di castagne pelate
    1 Cipolla
    100 gr. di olio d'oliva di Brenzone
  • Preparazione:
    In una casseruola mettete a freddo l'acqua, le patate intere, i fagioli, la cipolla grossolanamente tagliata, le castagne pelate e l'olio. Lasciare bollire per tre ore, mescolando di tanto in tanto. Prima di servire, passare al setaccio.
  • È ottima anche riscaldata, con l'aggiunta di un pò d'olio d'oliva.


SISAM

  • Ingredienti:
    500/600 gr. di cipolle
    150 gr. di agole secche
    150 gr. di olio di oliva di Brenzone
    1/2 bicchiere di aceto di vino rosso
    1 cucchiaio di zucchero
    polpa di pomodoro (facoltativa)
  • Preparazione:
    In un tegame di terracotta mettete a freddo le cipolle tagliate grossolanamente, le agole secche tagliuzzate e l'olio d'oliva di Brenzone.
    Cuocete a fuoco lento per almeno un'ora e mezzo. Unite poi l'aceto e 10 zucchero (è se gradita la polpa di pomodoro) e proseguite la cottura per un'altra ora.
    Può essere consumato subito, ma è ottimo anche freddo.